Loading...

B-2-Bilioni: Salesforce compra Slack per 27,7 miliardi di dollari

Siamo nel periodo del lavoro da remoto e del cloud computing: il gigante del software californiano Salesforce compra Slack, una società di messaggistica per le imprese, per 27,7 miliardi di dollari. L’accordo dovrebbe essere completato nel secondo trimestre del 2022. Fondato nel 2013, Slack ha registrato più di 12 milioni di utenti giornalieri nel 2019.

Salesforce in pillole

Salesforce è stata fondata nel 1999 da Marc Benioff, un ex dirigente di Oracle, insieme ad altri tre cofondatori (Parker Harris, Dave Moellenhoff e Frank Dominguez). Fin dall’inizio, l’azienda si posizionò nel settore “business to business” (B2B), cioè nella vendita di servizi per altre aziende, e l’intuizione principale di Benioff, tra i primi in questo, fu di investire nella tecnologia del cloud computing, cioè sulla fornitura di servizi molto efficienti e facilmente accessibili via internet.

Il prodotto principale di Salesforce è il suo servizio proprietario di CRM (Customer Relationship Management – Gestione delle Relazioni con i Clienti), cioè un sistema grazie al quale le aziende possono ottenere, raccogliere e gestire tutti i dati dei loro clienti in un unico luogo e utilizzarli per trovare nuovi clienti, migliorare le vendite, creare campagne di marketing efficaci, aumentare la collaborazione tra i team aziendali, fornire assistenza post-vendita. Tutto, dicevamo, si fa sul cloud.

Salesforce ha avuto molto successo, soprattutto negli ultimi anni, quando la tecnologia cloud è diventata molto importante nel mondo aziendale e non solo. Il fatto di operare in un settore grande ma tutto sommato limitato, però, gli ha impedito di fare il definitivo salto di qualità e di raggiungere le dimensioni di concorrenti come Microsoft.

Perché Salesforce ha comprato Slack

Anche se è un’azienda molto più piccola, Slack è paradossalmente più conosciuto di Salesforce. Fondata nel 2013, è un’app di chat basata su cloud creata per facilitare la comunicazione tra i dipendenti all’interno di un’azienda con sofisticati strumenti di collaborazione. Il suo obiettivo, dice il co-fondatore e CEO Stewart Butterfield, è quello di rendere ormai superata la tradizionale posta elettronica, che è ancora oggi il principale strumento di comunicazione all’interno delle aziende.

Tralasciando l’implicazione finanziaria di questa notizia, il piano di Benioff e Butterfield è quello di integrare i loro due prodotti per fornire alle imprese un servizio più completo e più difficile da battere. Anche Slack è un’azienda B2B e basata sul cloud, quindi l’integrazione è relativamente facile e molto promettente. Slack è anche un nome noto, che potrebbe aiutare Salesforce ad ampliare la sua clientela e a fare il salto di qualità, anche grazie alla notevole quantità di dati che possiede. Benioff ci aveva già provato nel 2016 facendo un’offerta per il social network LinkedIn, che però passò a Microsoft.

 

Microsoft, il “nemico” comune

Nel mirino di Salesforce ci sono Microsoft e il suo dominio come fornitore di software per le aziende. Quasi contemporaneamente all’acquisizione di LinkedIn, nel 2016, dopo aver tentato di comprare Slack, Microsoft ha lanciato Teams, un prodotto sostanzialmente simile a Slack. Teams ha minacciato la quota di mercato di Slack negli ultimi anni, quindi questo accordo potrebbe essere l’occasione per le 2 aziende di unire le forze e prendere il controllo del grande gigante tecnologico. La storia però non è ancora finita e vedremo come cambieranno le cose con questo nuovo asset Salesforce-Slack.

 


L’affare rappresenta la più grande scommessa tra le acquisizioni fatte dalle aziende tecnologiche per capitalizzare il passaggio al lavoro da remoto. Una previsione positiva viene da Salesforce che sottolinea un futuro luminoso proveniente dall’acquisizione, infatti, Marc Benioff (CEO di Salesforce) ha definito Slack un “supercharger” per Salesforce. Ha detto che espanderanno Slack nel campo delle aziende soprattutto combinando le capacità delle aziende. Ha inoltre aggiunto che attualmente, il 90% dei clienti aziendali di Slack sono anche clienti di Salesforce. (Fonte: CNN)


 

Privacy Policy